La neuropsicologia, in quanto disciplina specialistica, può offrire importanti contributi in diversi settori. Infatti, gli ambiti applicativi della Neuropsicologia sono molteplici, spaziando da quello clinico a quello forense. L’esame neuropsicologico permette di documentare con maggiore attendibilità la sintomatologia psichica, cognitiva e comportamentale nonché le funzioni residue. Questo è possibile mediante l’utilizzo di test neuropsicologici e all’integrazione delle informazioni raccolte con gli esami strumentali (TAC, RM, EEG). L’approccio metodologico della neuropsicologia clinica fornisce quindi evidenze scientifiche maggiormente solide rispetto a quelle ottenibili esclusivamente con il metodo clinico.

Lo specialista in Neuropsicologia è un professionista sanitario con conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo dei disordini cognitivi ed emotivo-motivazionali associati a lesioni o disfunzioni del sistema nervoso nelle sue varie epoche di vita (sviluppo, età adulta, anziani), con particolare riguardo alla diagnostica comportamentale e al monitoraggio dell’evoluzione temporale di tali deficit.
E’ un diritto dell’utente ricevere una prestazione con caratteristiche di alta qualità che solo un professionista esperto e preparato può garantire. Per esempio, la valutazione neurocognitiva rientra negli ambiti applicativi della neuropsicologia ed è un’attività della specializzazione in Neuropsicologia. La specializzazione in Neuropsicologia si acquisisce tramite le Scuole di specializzazione specifiche o in via transitoria e temporanea in prima applicazione, autocertificando la propria formazione o esperienza con attività comprovata in neuropsicologia e formazione professionale specifica.